Al di là dell’opinione che si possa avere sull’efficacia dei compiti a casa, il dato di fatto è che, nella maggior parte delle scuole italiane, essi vengano assegnati e studenti e genitori ci si ritrovino a fare i conti.


“Solo” momento dei compiti a casa o anche momento educativo?

Il momento dei compiti è un evento complesso che spesso viene vissuto con difficoltà e preoccupazione sia figli che dai genitori stessi.

Quella che potrebbe essere un’occasione di sostegno e di scambio, infatti, può trasformarsi facilmente in una situazione caratterizzata da tensioni e malumori, che incide negativamente sull'apprendimento e la motivazione del bambino e sul clima familiare.

Inoltre, questo momento spesso funge da catalizzatore di difficoltà relazionali tra genitori e figli ben più radicate.


Perché è rivolto ai genitori?

Numerose ricerche dimostrano come la modalità del genitore di sostenere il figlio durante i compiti e lo studio autonomo condizioni significativamente l’approccio del figlio ai compiti stessi e alla scuola.


Obiettivi principali

Da qui l’idea di strutturare un percorso che possa fornire ai genitori strategie esuggerimenti per:

  • l’autoregolazione e l’autonomia nello svolgimento delle consegne
  • la motivazione all’apprendimento
  • la promozione di emozioni piacevoli
  • l’acquisizione di un metodo di studio di efficace
  • il miglioramento della relazione genitore-figlio durante il momento dei compiti

Destinatari

Genitori di studenti delle classi 3°, 4° e 5° della scuola Primaria
Genitori di studenti della classe 1° della scuola Secondaria di Primo Grado


Professioniste

Gli incontri saranno tenuti dalla Dott.ssa Alice Righetti, Psicologa e tutor dell’apprendimento, nonché referente del progetto, in co-conduzione con la collega Chiara Alberton, Psicologa e tutor dell’apprendimento.


Per altre informazioni visita la sezione Domande Frequenti - Faq e la sezione Testimonianze sul sito diretto di "Datemi Fiducia".